sabato 24 agosto 2013

Cari amici cinquestelle, siamo sotto attacco

Non condivido i toni apocalittici e in stile cospirazionista di Giulietto Chiesa, ma a conti fatti ha ragione, perlomeno dal lato aritmetico. Temo che Grillo, seppure si degnerà di rispondergli, gli farà una solenne pernacchia. Lui ha fattto una scommessa, vuole giocare d'azzardo. Il piatto o nulla, e nulla sarà.

Cari amici del M5S, siamo sotto attacco. E' un'offensiva scatenata dai "Masters of Universe" per liquidare ogni forma di democrazia reale. [Giulietto Chiesa]


di Giulietto Chiesa da megachip

Cari amici del Movimento 5 Stelle, siamo tutti sotto attacco. E' un'offensiva scatenata dai "Masters of Universe" e ha per obiettivo la liquidazione di ogni forma di democrazia reale. Il loro portavoce, la JP Morgan, ha scritto la dichiarazione di guerra il 28 maggio scorso dicendoci che le Costituzioni Europee, quelle che ancora hanno una parvenza di democrazia, tra cui la nostra, devono essere epurate. In nome della governance, cioè del potere dei più forti, che ormai non hanno tempo da perdere con i parlamenti. Finita l'era dell'abbondanza alla quale ci hanno addestrati perché consumassimo in modo forsennato, comincia l'epoca dell'austerità. E l'austerità prevede l'imposizione. L'imposizione prevede la cancellazione delle conquiste sociali e dei diritti conquistati negli ultimi cento anni. Questo è il quadro. Ed è chiarissimo. Non lo vedono solo coloro che non lo vogliono vedere. L'attacco sarà - è già - durissimo. Guardare la Grecia. La questione è come difenderci, qui, subito. Dalla loro parte c'è il monopolio della violenza e delle leggi che i maggiordomi hanno approvato per loro conto. Ma c'è anche l'intero sistema della comunicazione-informazione. Dalla loro parte c'è tutto il Palazzo. Chi pensa di poter andare alla battaglia in ordine sparso si condanna alla sconfitta. Io ho aderito alla manifestazione dell'8 settembre in difesa della Costituzione. Ma constato che lo schieramento che si è costituito è ancora debole, non rappresenta che una parte del popolo italiano. Milioni, la maggioranza, non sanno ancora cosa li aspetta. Invece sono milioni coloro che devono far sentire la loro voce. Per questo chiedo , e propongo, che il Movimento 5 Stelle, i suoi gruppi parlamentari, prendano in mano con decisione questa questione. Promuovano, sollecitino, chiamino a raccolta. Senza il M5S questa battaglia non si può vincere. Da solo, il M5S non può vincerla. Non resta che combatterla e vincerla tutti insieme. Poi ciascuno potrà riprendere, da solo o in compagnia, la strada che ritiene più utile. Ma oggi camminare da soli non si deve. 

Giulietto Chiesa 
Presidente Alternativa


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento